lunedì 1 ottobre 2012

Storie di Lombardia

Sabato di ciclismo eroico con un monumento come il Muro di Sormano riconsegnato al ciclismo che conta ...
Poi salite che trasudano passione ed evocano mille storie per noi amatori lombardi quali la Valcava - il Colle Brianza - il Muro di Sormano - il Ghisallo - l'Alpino 
La prima ora volata via a 46 di media 
Strade bagnate 
Cadute a nastro
Aria fresca 
Sciaquone finale 
Il gruppo ridotto ad una trentina di disperati
Per alcuni si doveva fare un percorso piu' duro
Forse se avessero fatto l'arrivo in cima al Cornizzolo con relativa discesa sterrata sarebbe stato piu' elettrizzante 
Bartoli che si lamenta del fatto che i comprimari non tentano la fuga da lontano 
ma per le fughe si sa ci vogliono coraggio e gambe 
poi direi che han fatto tutti tesoro del sacrificio inutile di Nibali lo scorso anno
Lo scatto di Purito come una volta nelle radiocronache ce lo siamo solo potuti immaginare ma e' stato bello anche cosi' 
Bravi 

Io sabato mi sono goduto la diretta e poi esaltato mi son sparato la prima oretta di rulli della stazione 2012-2013 anche per preparare lo stomaco al fritto misto globale che ho digerito solo la domenica mattina alla gara conclusiva del Master Mtb a Opera 
Sempre piacevole ritornare in famiglia Master dove ho trovato un Monetta gia' ottima forma ciclocross e dove ho strappato un ottavo posto su sedici veterani partenti
Gamba penosa prestazione penosissima ma si prende quello che viene e andare ...   


Nessun commento:

Posta un commento