martedì 31 luglio 2012

3 Days of Mtb School

Tra
Albenga Alassio Andora Cervo ...
Qui o si migliora o si schiatta
Thanks and maximum respect to Alassio LightBrothers


Concluso le girate tutti e tre i giorni con il trail dell'Onda e un trail suicidal che scende a San Fedele con tre passaggi che proprio non ho il fegato di affrontare in sella ...
Come si dice a milano : " sun propi un pes "





Tuesday Manetta Contest

Stasera vediamo quanti sono i reduci che hanno ancora voglia di sciogliersi sulle roventi strade della bassa 




venerdì 27 luglio 2012

Attimi

e si torna a batteri gli adrenalinici sentieri del ponente ligure
domenica programma XXX proposto dal Gandalf  Biker di Alassio
nelle terre di Mordor ci attendono le ostiche pendici del devastante Monte Faudo
ma noi siamo sereni 
la verita' e' con noi     


giovedì 26 luglio 2012

Serata Torrida

Caldone asfissiante
Bici che fa le bizze
Il Maestro assente
Le due nostre cicliste preferite presenti
Tanta voglia di birretta 



Hot & Dry

Meteo ok 
Bike ready ?
Gambe ?
Cervello ?
Start 17,30 Conca Fallata Milano



mercoledì 25 luglio 2012

E allora ... ?

Aimeh non ero presente ieri sera all'evening race ma l'amico Tiz mi ha girato il link del suo Garmin che parla di un 41.9 di media 
Quindi e' prevalsa la regola "Mutismo e pestare duro" ???
Fatemi sapere ...
Per i maniaci delle statistiche e per i timorati della crankset clikkare QUI 


























Io arrivo da una 4 giorni di pura Mtb in Alassio Bay Area
Sotto la guida del carismatico Davide "LightBrother" e con l'ex trialista Roby "S-Works Kulhavy replica" mi sono sciallato con sentieri e tracce veramente adrenaliniche ...
Ovviamente al cospetto dei due mostri son venute fuori i miei limiti sul tecnico ma mi diverto molto di piu' a stare alla loro ruota che a fare noiose marathon su sterratoni veloci
Pizzo d'Evigno con conseguente picchiata fino al salto nel blu del Capo Cervo con la pista Maiali e qualche dirupo da togliere il fiato ...
I trail della Celebike con alcune varianti really hard
Il Monte Pisciavino con sentiero dell'Onda dai panorami impagabili
Insomma adrenalina come se piovesse per uno stradista della bassa
Per il prossimo week chissa' che piattino ci prepara il Light Brother ... !!!


giovedì 19 luglio 2012

Media devastante


Siamo partiti subito a cannone controvento dopo Santa Corinna perche' Borroni Gabry e Sav erano scappati via
Il Maestro non si e' scomposto ma
Ha picchiato duro fino a che non li ha agganciati prima di Basiglio
Dietro l'inferno
A Rosate si vedevano gia' facce un po' tirate ...

Poi giu' a cannone fino a Motta 
Ma meta' gruppo aveva tagliato prima per Besate
Nella buca entro davanti con i due Olympia che mi braccano poi arrivano tutti i pochi sopravvissuti ma davanti si mette Sav che tira deciso
Do una sgasatina sul passo e rimango con gli Olympia e Sav
Da Caselle si agganciano e menano come fabbri nell'ordine Ciardo Amici Il Maestro Alfredo Vetrello un Commercialista e non mi ricordo chi altro perche' sono un po' al limite 
Andatura folle fino a Trezzano 
Il Garmin mi segna 42,9 di velocita' media 
Klikkare qui per i senza fede
Il Maestro regala lezioni di ciclismo ad ogni uscita ...






















Riding day


































Date un occhio all'uscita di questo personaggio ...
Stiamo parlando di oltre 9.000 metri di dislivello in quasi 14 ore ...
http://app.strava.com/rides/13766098



martedì 17 luglio 2012

Fast Ride






































Gruppone foltissimo
Il Maestro il Biondo e Uo' si mettono di impegno e salutano la compagnia a Casorate
A Motta rientriamo io e un Team Chiodini
Storia finita
4 minuti secondo + secondo -



Legs Ready ???


lunedì 16 luglio 2012

Uscitella

Mi allungo sulla ciclonutria per sgranchire le gambe inutilizzate sabato e km dopo km mi ritrovo a Broni ...
Canneto a cannone discesa da Monteveneroso e Canneto dalla ValleVersa 
Rientro con la tenebra 


venerdì 13 luglio 2012

Tutte le fortune ...

Mi vedevo gia' con i piedi ammollo ed a sgambettare sulle pendici del monte pisciavino
ed invece a causa di una tromba d'aria mi tocca andare in montagna a fare il taglialegna
Aveva i miei anni il povero pino
e chissa' se riusciro' a dare qualche colpo di pedale ...

Tornato all'asfalto


Ed e' subito fatica abbestia
Gambe ancora farcitissime 
Sono momenti


giovedì 12 luglio 2012

Scusate ...

ma qualcuno ha scaricato il film della Tommasi ???
cioe' sia chiaro a me non interessa per nulla
ma me lo ha chiesto un mio amico ...



Pronti per la Evening Race ?


































Dopo la cristallina manifestazione di martedi' sera
Con la quale il Maestro ha portato l'intero gregge sulla retta via al riparo dagli uomini malvagi
Tutti i pedalatori di buona volonta' anelano per una nuova lezione del "Maestro"

In Maestro We Trust


lunedì 9 luglio 2012

Tappa 6 - 7 - 8

Jaca sesto giorno si parte un'ora dopo il previsto per lasciar sfogare un temporalone monsonico ma partiamo comunque sotto una leggera pioggerellina che va km dopo km scemando
Arriviamo all'attacco della prima salita a gruppone compatto
Il terreno è fradicio ed il fondo è fango argilloso come nel nostro Appennino
Un dejavou non gradito
Attimi e si scatena l'inferno
Impossibile pedalare quindi tutte con le bici in spalla e via
45 50 minuti di portage poi si scollina
Giù a cannone e di nuovo si sale per un single trak tecnico ed irto
Si finisce ancora con la bici in spalla ed allo scollinamento si scatena un altro temporalone che ci accompagnerà per tutta la discesa
Arriviamo al secondo ristoro provatissimi ed affamati
Ci attende della pasta con brodo caldo e la solita valanga di fritta disidratata noci nocciole gommoni Riempiamo le borracce e via ma dopo 200 metri a Piero si sgancia la famigerata pedivella Extralight che ha dato noia son dal primo giorno
Momenti difficili
Per Piero l'unica chance è il carro scopa e svanisce la possibilità di diventare Finisher
Io riparto e finisco la tappa
La sera un po' di tristezza ma Piero recupera la vite giusta e riesce a sistemare la fottuta pedivella per poter ripartire il giorno seguente
Cena con solita doppia e tripla passata di pasta e verdura
Tappa 7 si parte da Isaba siamo in Aragona zona pirenaica spettacolare molto piu' simile alle nostre alpi
Attraverseremo anche una valle francese ed entreremo nel Pais Vasco per arrivare ad Elisondo
Tappa difficile come sempre
Quello che si è capito è che non ci sono tappe banali alla Transpyr
La pedivella di Piero tiene e lui dall'incazzatura spinge duro
Arriviamo all'ultimo ristoro e poi via con la rampa più devastante dell'attraversata un 28% che diventa 31% dopo cento metri e non molla
Da asfalto e cemento a sterrato
Un inferno
Discesa ed arrivo
La sera c'è già un po' di euforia per il vicino traguardo ma l'organizzatore avvisa che l'ottava tappa non sarà una passeggiata
L'altimetria infatti mostra ancora 2000 metri di dislivello che poi saranno 2250 come al solito
Partiamo da Elisondo alla volta di San Sebastian
Tappa veramente dura con sentieri e discese tecniche e grande caldo
Il cronometro si fermerà al secondo ristoro dopo una salita torrida e poi un eterno su e giù quindi attraversata in barchetta di un tratto di mare ( altra chicca di questa avventura ) e promontorio sopra San Sebastian con ultimo ristoro che offre chorizo e sidro gelato che ingurgito a garganella in puro gainastyle !!!
Riparto ebbro&felice il traguardo è ad un passo ma ci sara' ancora da sudare
Arriviamo sul favoloso lungo mare di San Sebastian in trance
Oriol lo speaker ufficiale annuncia ogni arrivo con nome e cognome
È tripudio !
Abbracci sorrisi e pacche sulle spalle con tutti
Finisher Bale Bale ... !!!
Alle 17 inizia la premiazione
Diploma per quelli che hanno terminato senza finire tutte le tappe e poi premiazione dei Finisher con bella maglietta a tutti !!!
Si finisce a bocadillos e birra per tutti !!!

mercoledì 4 luglio 2012

Tappa Cinque

Si parte da Ainsa la cittadella fortificata tra due fiumi Dieci km di piattone polveroso lungo fiume poi un po' di su e giù per accumulare 250 metri di dislivello poi iniziamo a salire su asfalto che poi di e fa sterrato un po' rotto che migliora salendo Scolliniamo a 1800 su montagne coperte di ginestre poi ristoro oggi un po' povero e triste Iniziamo a scendere su un sentiero invaso da vacche e dalla loro produzione poi un po' di sentiero e poi una decina di km di sterrata veloce e infida dove ci lascia la clavicola il nostro amico olandese con cui avevamo fatto lunghi tratti nei giorni precedenti ... Un tipo lui ed il suo socio non comune visto che loro erano due ge hanno partecipato al Tour d'Africa ... Una storia di 4 mesi dal Cairo fino a Città del Capo ... Finita la sterrata entriamo in un single trak bello e godibile poi ristoro con formaggino pomodoro e pane + cocacola Mancano 22 all'arrivo e chiudiamo 6 ore e 30 Niente pioggia Ed ora si pensa a domani dove passiamo dalla Navarra all'Aragona con sei salite Ci sarà da divertirsi

martedì 3 luglio 2012

Giro di boa

Tappa 4 La meta'è fatta !!! Oggi avevamo 99 km Con 2550 di dislivello dichiarato ma il Garmin ha segnato un bel 2700 Siamo andati bene chiudendo in poco più di otto ore Anche oggi abbiamo fatto giornata in bici ma siamo andati un po' più forte dei giorni precedenti Complice il favoloso tracciato che partiva subito in salita sterrata poi discesone veloce su asfalto in una bella valle e di nuovo salitone infinito Scolliniamo su dei pascoli favolosi al cospetto di montagne che ricordano molto le Alpi francesi e giù di single trail più di 25 km di solo purissimo e godibilissimo single trak che finisce addirittura in un Bike Park tutto gobbe e saltoni Insomma oggi mtb pura e dura accompagnata da una giornata torrida Siamo riusciti ad arrivare in tempo per vedere la bella vittoria di Sagan Domani prevedono pioggia nel pomeriggio ma speriamo si sbaglino Le gambe sono ancora buone il mio compagno di traversata sta bene anche lui ed oggi è andato bene nonostante il dito ancora dolorante tutti e due nessun problema tecnico Morale Up !!!

lunedì 2 luglio 2012

Suerte Cabron

Terza tappa 126 km 3110 dislivello Finiamo in h 8.50 Soliti tre ristori che ci siamo sparati alla grande Il primo dopo 34 km quasi tutti di salita Salita bella pedalabile parte in asfalto e parte sterrata Manciate di frutta disidratata e mandorle nocciole e noci poi novità di giornata delle banane disidratate alla vaniglia ... spettacolo !!! Ripartiamo e scendiamo in una valle dimenticata Qualche casa di pietra qua e la cavalli vacche e tori liberi pali della luce in legno come nell'800 Si risale e poi single track spettacolare fino al secondo ristoro Sono le 12.30 ed al ristoro c'è della gradita pasta e poi ci facciamo di anguria a nastro Si riparte ancora e dobbiamo sciolinare un monte Si sale con 35 gradi Meglio di ieri anchecsecsi cuoce ma poi altra discesa con tratti ultra tecnici spettacolo e siamo al terzo ristoro Qui diamo il meglio di noi Coca cola formaggini pomodori pane nocciole salate e Piero si fa anche di salame piccante Ultima salita e poi picchiata in asfalto sul paesino che ci ospita oggi El Pont de Suert Che giornata ...

domenica 1 luglio 2012

Sbalzo termico suicidal

Seconda tappa e come da tradizione la seconda tappa deve essere bagnata ... Abbiamo due scollinamenti in quota e poi un eterno tratto a scendere intervallato da una miriade di strappetti velenosi Totale di 114 km per 2100 dichiarati che anche oggi a noi risultano 2600 abbondanti In partenza il tempo tiene Ci sono 18 gradi Scolliniamo la prima montagna scendiamo con una veloce ma non banale strada bianca ristoro e via per la seconda la più alta Proprio in cima inizia piovere 10 gradi 36 di differenza rispetto ai 46 di ieri che han mandato a casa il team fuori soglia di Ascoli Colpo di calore e ciao Noi invece subiamo lo sbalzo e pure la pioggia e ci spariamo una mezz'ora di bici a spinta quindi bella discesa su pratoni immacolati cercando di non perdere la traccia e via sotto con un altro colletto e quindi un super sentiero in pineta godibile e divertente Arriviamo nel fondovalle dove ci aspetta un temporale di violenza monsonica e ce lo cucchiamo tutto fino all'arrivo dove spunta una beffarda occhiata di sole Otto ore ed un quarto di mtb Si iniziano ad accusare problemi al soprasella ma domani avremo la tappa massacro di tutta la traversata Prevedo in dieci ore Per ora branda poi birreria e cena che devo dire varia ed a buffet quindi ottima