martedì 26 aprile 2011

Destinazione Paradiso: il Salisburghese

Ci sono alcuni luoghi comuni che di fatto ‘ci azzeccano’. Tra questi inoltre ce ne sono altri che non solo corrispondono alla verità, ma che la rispecchiano con tale naturalezza da non avere quasi bisogno di prove tangibili per essere verificati.

Ma una prova la vogliamo dare. Per andare bene in bicicletta dobbiamo spostarci al nord’, dove la pedalata appare una filosofia di vita dai più giovani fino alla terza età. E il paradiso dei ciclisti, nel nostro caso, non è neanche così lontano bensì in Austria e per essere precisi nella regione del Salisburghese. La patria di Mozart infatti accoglie ben 6.000 chilometri di percorsi ciclabili, da dividere tra piste per bici da corsa e itinerari per mountain bike, insomma … un vero e proprio paradiso cicloturistico, che ha fatto di questa regione una delle mete più ambite in Europa per muoversi in bicicletta!

Per il ciclismo sportivo, a partire dai mondiali del 2006, gli appassionati possono scegliere di seguire le tracce dei loro campioni: nella zona del SalzburgerLand Salzkammergut, che si estende dai laghi salisburghesi al Dachstein, si può scegliere tra 25 itinerari per bici da corsa, orientandosi con cartine dettagliatissime e apparecchi GPS su cui sono registrati gli itinerari. Oltre a ciò, a partire dalla fine di aprile (la prima è la Salzburger Rad-Frühling, che inizia il 30 aprile 2011 nella Residenzplatz, nel centro storico di Salisburgo) ci sono diverse manifestazioni dedicate proprio al ciclismo sportivo, tra maratone, mostre e manifestazioni a tappe.

Sono diversi inoltre gli itinerari che portano i ciclisti a pedalare per centinaia di chilometri lungo la regione del Salisburghese e i suoi spettacolari paesaggi: la ‘Ciclabile di Mozart’ (450 chilometri dal Salisburghese, al Tirolo e alla Baviera) e la ‘Ciclabile dei Tauri’ (che dalle cascate di Krimml accompagna i turisti in bicicletta per 270 chilometri) sono solo due tra gli esempi di spiccato interesse per gli appassionati.

Nel ‘Paradiso dei ciclisti’ inoltre nulla viene lasciato al caso: diverse decine di strutture alberghiere lungo gli itinerari o nelle immediate vicinanze, hanno calibrato la propria offerta sull’accoglienza dei cicloturisti, fornendo un servizio particolarmente centrato sulle esigenze di chi ama la bicicletta e se la porta in ferie. Informazioni, trasporti per spostarsi da un itinerario all’altro, strumenti di localizzazione e di orientamento e soprattutto bellissimi paesaggi e piste sicure, sono alcuni degli elementi che fanno del Salisburghese una regione tra le più ambite per chi vuole vivere la bicicletta con serenità e in armonia con la natura.

Una curiosità: il Salisburghese offre anche itinerari attrezzati con biciclette elettriche, dove ciclismo, tecnologia e rispetto dell’ambiente si sposano perfettamente.

Per maggiori informazioni:

www.salisburghese.com

e su Facebook www.facebook.com/salisburghese.


Nessun commento:

Posta un commento