mercoledì 6 luglio 2011

Velocita' Improbabili e Caldazza

Riemergo tardi dalla miniera ...
Manco l'appuntamento delle 17.30 con i Manetta
Decido quindi di andare con il gruppo del Brazzo
Mi trovo con Gigi in conca e via verso la Certosa
Purtroppo pero' arriviamo che i Brazzoboys son gia' partiti
Proviamo quindi un primo taglio ma nonostante il nostro impegno arriviamo tardi ancora una volta
Ci mettiamo il cuore in pace
Fa caldo
Abbiamo gia' menato duro e possiamo anche tirare i remi in barca
Senonche' incontriamo il giovane Dima alias Dimitri vestito Cicli Maggi che a sua volta aspettava il gruppo
Siamo prima di Bereguardo
Con Dima decidiamo di tagliare per intercettare il gruppo a Casorate
Quindi testa bassa e via a cannone
Lungo la strada si agganciano altri due e la velocita' rimane alta e costante
A Casorate l'aggancio
Subito scatti e controscatti
Il gruppo e' bello caldo e voglioso di menare
Arriviamo a Binasco in un respiro e quando ci immettiamo sulla pavese sale in cattedra Bassi che ci regala tre / quatro km fissi sopra i 50 kmh
Vedo il cardio a 180 battiti
Hardcore coronarico
Globuli che pogano felici
La gamba spinge e resto attaccato
Siamo in lunga fila indiana
Dopo Mirabello si fiata un attimo e poi ancora a giu' cannone fino a Certosa
Vedo la volata finale molto da lontano ...
Poi si fa un po' di baretto per raffreddare i motori altrimenti Vetrello lo ricoveriamo in rianimazione e quindi rientriamo dalla ciclabile in tranquillita' facendo lo slalom tra zanzare e nutrie in amore

Insomma 98km con delle sgasate veramente importati e divertenti
... e pensare che ci sono dei pirla che vanno in giro a dire che con il gruppo del Brazzo vai via piu' tranquillo

Prima esperienza con i Brazzoboys vista da AntonyGlass ...

antefatto..
Loca mi telefona e dice:
... dai siamo tutti stanchi, fa caldo, niente schiaffi dal maestro, vengono anche Gigi ed il Neofita reduce da una notte brava ... dai dai non romperei coglioni si va dai Brazzoboys, amici dei Ringoboys, gente apposto, gente che sa andare in bici non marzapane della domenica, vedrai che stiamo belli belli, ho gia' provato ecc ecc.
io mi fido del Loca, passo a prendere il Neofita e ci imbarchiamo verso Certosa.
Andatura tranqui tranqui visto il largo anticipo, ci scappa addirittura un caffe' che non guasta mai, e via ...
Si incontra il buon Gulmini che portando il figlio dice che anche a lui hanno detto che con il gruppo del Brazzo si va
via bene belli regolari e guardando la compagine presente tutto sembra come si racconti da piu' parti.
Arriva Riboni che dice: pronti via, ed il tempo di chiamare il Loca mentre si va verso Pavia e lui che si scusa per il ritardo, che la velocita' si assesta subito sui 40 orari.
Claudio mi guarda e chiede lumi, io rammento che siamo ospiti e quindi si sta a rimorchio senza cercare guai problemi rogne antani marescialli e cazzi buffi.
Fuori Pavia mi rendo conto che qualcosa non va, si va un po' fortino e appeno riesco a sollevare la testa vedo il Ribo che pesta serafico sui pedali ...
Prima di Bereguardo entra il Bassi e la musica inizia a farsi assordante...continui allunghi sfilacciano il gruppo e mi ritrovo in un paio di occasioni all'aria senza la benche' minima anestesia, e devo penare del mio per chiudere e non fare figure barbine.
Il Neofita alias Claudio insiste nel volersi staccare vista l'andatura, ma non sapendo bene dove siamo gli impongo di restare, al massimo si muore un po' piu' avanti.
Intravedo Besate e ci entriamo a tappo
Mi sembra strano fare il giro della domenica al contrario, ma ormai sono nel cespuglio di schiaffi e le sto prendendo di brutto.
Solo l'animaccia mia e gli insulti pensati verso quel gran fetente del Loca mi fanno stare ancora in gruppo...
A Casorate si intravede Gigi ed il mio pseudo amico ragggioniere che sfoderando il suo tatuaggio si pone in testa
Le andature diventano forsennate poi Bassi fa un numero da cinematografo menando come un fabbro della Cecenia a 50 e passa all'ora per km e km ... dietro la gente rimbalza e si imbruttisce ... penso a Claudio che a Binasco ci ha salutato vedendo il giusto e se ne e' tornato a casa.
Si avvicina Certosa e oramai sono alla frutta grappa dolce e caffe' cccoooonnnntoooooo che in un niente fanno la volata peraltro regolare!
Banfo come un gorilla innamorato insulto ripetutamente e giustamente il Loca e riesco si e no a dire baretto dove il buon Roberto Bassi offre qualcosa da bere per vedere se riesco a riprendermi e a capire chi sono.
Chiudiamo con la ciclabile e soprattutto con ripetuti insulti al Loca che ci ha lasciato in mezzo a Saigon senza nemmeno un biscotto di kamut o una fettina di frittata alla spirulina o di Omega3.
Lui ride sotto i baffi che non ha e dice che poi non andavano troppo forte ... in fondo si trattava di una sgambata tra conoscenti e visto che era in ritardo ...

4 commenti:

  1. Abramo c.d.f.6 luglio 2011 11:35

    Ciao avevi la maglietta dei manetta retro ?
    Eri vicino a una ragazza? Grazie

    RispondiElimina
  2. grazie ma di che cosa???

    RispondiElimina
  3. il manetta retro' ma anche retrogrado e' vetrello !!! io ero in incognito ;-)

    RispondiElimina
  4. Vetrello il grazie era di cortesia !
    Respira che c' e' la fai dai !!!!!!!!

    RispondiElimina