lunedì 5 settembre 2011

Venerdi' sui sentieri liguri

Arrivo nel primo pomeriggio nel ponente
Scarico la figliolanza e mi fiondo alla ricerca di sterrato
Mi butto subito sulla strada romana alle spalle di Albenga poi punto San Fedele e prendo una deviazione che avevo visto fare ai Light Brothers di Alassio
Salgo su uno sterrato piacevole e ben tenuto
Dopo un paio di deviazioni infruttuose trovo un bel sentierino nel bosco che mi porta su un'altro sterrato e quindi in cima alla collina che domina Albenga
Da li prendo un sentiero segnalato con un rettangolo bianco e due tondi rossi
Mi butto in discesa con qualche timore ma mi gaso di brutto
il sentiero e' super tecnico e bello ripido
Alla fine mi ritrovo sulla strada romana ... calo d'attenzione e mi sdraio
Ennesima botta alla schiena ma la bici e' integra che e' quello che conta visto che il corpo si ripara da solo ... o no ?


2 commenti:

  1. bravo...vedo che hai capito che il corpo deve essere usato come scudo per proteggere la bici. Ricorda...non esiste assistenza sanitaria gratuita per la bici.

    RispondiElimina
  2. il corpo e' un vuoto a rendere

    RispondiElimina